Comunicato – Consultazione CCNL Assoambiente e Utilitalia

image_pdfimage_print

Consultazione CCNL Assoambiente e Utilitalia

Download comunicato

comunicato-nazionale-16_settembre_2016In attesa di completare le assemblee per la consultazione sul rinnovo del CCNL, da concludersi obbligatoriamente entro il 6 ottobre 2016, assistiamo all’immancabile tentativo dei soliti soggetti che a ogni rinnovo contrattuale, attraverso atteggiamenti provocatori mistificano e falsificano la realtà. L’obiettivo di questi individui – naturalmente- non è quello di tutelare i diritti dei lavoratori, anche perché molti di loro sono esterni al settore, ma solo quello di avere un palcoscenico dove esibire le loro prestazioni violente, estranee al mondo dei servizi ambientali e del lavoro. Il settore è in una fase delicata, con un mercato poco regolamentato e con l’Autorità di controllo che non ha ancora prodotto effetti sullo stesso. Nel frattempo, nei territori il sindacato e i lavoratori combattono ogni giorno contro i tentativi di parcellizzare il settore, contro le infiltrazioni criminali, contro logiche esclusivamente finanziarie e, ora, contro alcuni populisti che nella logica del “tanto peggio tanto meglio” tentano di cancellare i diritti conquistati, soprattutto in questo rinnovo contrattuale. Occorre terminare il lavoro di informazione e le assemblee di consultazione e, forti del dato positivo che stiamo registrando, dobbiamo scrivere i testi definitivi per dare un segnale alle imprese e rafforzare un CCNL che guarda al futuro. Senza i lavoratori sarebbero in balia di un mercato feroce e senza regole. Proviamo ad immaginare di dover fare a meno della norma sul diritto all’art.18 che annulla il Jobs Act, (che non scade, diversamente dall’interpretazione di chi non conosce la differenza tra “scadenza” e “vigenza”), delle regole sugli appalti con l’obbligo di assunzione del personale e dell’applicazione del contratto dei servizi ambientali, del Fondo di sostegno al reddito che risponde con risorse economiche importanti alle esigenze sui prepensionamenti, indipendentemente dalle scelte legislative sui lavori usuranti o sull’uscita anticipata dal lavoro onerose con l’APE. Chi attacca il rinnovo del contratto attacca anche queste conquiste e queste tutele, per un proprio tornaconto personale! I dati della consultazione dovranno essere raccolti regionalmente con un’unica nota (numero addetti, votanti, favorevoli, contrari e astenuti) e comunicati alle Strutture Nazionali. Forse, per alcuni era meglio mollare il CCNL unico e buttare a mare i più deboli e i lavoratori dell’indotto, noi non potevamo e non vogliamo farlo, abbiamo ottenuto più tutele e più diritti; i professionisti del no a prescindere non riusciranno a cancellarle e a divedere il settore.

Le Segreterie Nazionali

FP CGIL                FIT CISL         UILTRASPORTI          FIADEL
Basile/Cenciotti   Paniccia/Curcio     Odone/Modi       Garofalo/Verzicco

.

aumenti-retributivi-1aumenti-retributivi-2fondo-solidarieta

jobs-act

 

 

 

 

 

orario-settimanale

previdenza

riduzione-orario-effettivo

tutela-sanitaria

 

 

 FASDA – Ora anche i tuoi familiari possono fruire delle prestazioni del Piano sanitario FASDA

image_pdfimage_print

 

Fondo FASDA

Ora anche i tuoi familiari possono fruire delle prestazioni del Piano sanitario FASDA.

Download presentazione iscrizione familiari on line

fasda-adesioni-familiari-imgRicoveri per grandi interventi chirurgici, ospedalizzazione domiciliare, visite specialistiche e accertamenti di alta diagnostica (risonanza, TAC, ecc.), pacchetto maternità, trattamenti fisioterapici, stati di non autosufficienza, ticket per accertamenti diagnostici, diagnosi comparativa e molto altro. A partire dal 2° anno di iscrizione anche igiene orale e cure odontoiatriche.

Un’occasione da non perdere, solo 175 euro all’anno per il coniuge/convivente e 125 euro all’anno ogni figlio!

Per effettuare l’adesione per i tuoi familiari hai tempo fino al 31/10/2016: accedi alla tua Area Riservata e clicca sul banner Fondo Fasda, sotto il menù di sinistra. Potrai pagare il contributo tramite carta di credito, finanziamento a tasso zero* o bonifico bancario.

Non sei ancora registrato? Registrati subito alla tua Area Riservata e inserisci i tuoi familiari, potranno fruire delle coperture e di tutti i servizi online di UniSalute.

La copertura sanitaria per i tuoi familiari sarà attiva dall’01/10/2016 al 30/09/2017.

Per informazioni e supporto all’adesione, contatta il numero verde gratuito 800 009632 oppure il numero 06 99695785.

* Rateizzazione tramite finanziamento a tasso zero (tan 0,00%; TAEG 0,00%) a seguito di concessione della carta privativa senza supporto plastico “My Cash Card”. Esempio: importo totale da finanziare € 300,00 – importo totale dovuto dal Cliente € 300,00 in 9 rate mensili da € 33,33. Zero spese e commissioni di acquisto.

La restituzione dell’importo finanziato avverrà tramite trattenuta su conto corrente dell’Iscritto Fasda.

 

 Comunicato – Igiene ambientale pubblica e privata – Consultazione CCNL.

image_pdfimage_print

35 Comunicato_Segreterie_Nazionali_4_agosto_201635-2 Comunicato_Segreterie_Nazionali_4_agosto_2016

Consultazione CCNL

Download Comunicato

Download Verbale Assemblee

Download Verbale Assemblee word

Carissimi,

in attesa del rientro dal periodo feriale di tutti le lavoratrici e i lavoratori per avviare la consultazione per il rinnovo dei CCNL del comparto dell’igiene ambientale, vi comunichiamo che è opportuno già programmare le assemblee di consultazione necessarie per sciogliere la riserva sul CCNL Utilitalia e per chiudere definitivamente il CCNL Assoambiente.

Ovviamente, in considerazione dell’alto valore politico sindacale di questo rinnovo contrattuale, sarà necessario garantire il massimo della partecipazione e un’informazione molto dettagliata sugli elementi economici e normativi che hanno caratterizzato la sintesi contrattuale  con le due associazioni datoriali.

Il percorso di consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori – in merito all’ipotesi di Accordo del 10 luglio con Utilitalia e del Protocollo del 12 luglio con Assoambiente – si dovrà concludere entro il prossimo 15 settembre 2016.

La consultazione dovrà comunque essere certificata, con l’allegato verbale, con una chiara indicazione del numero complessivo dei presenti, dei votanti e il dato numerico del voto suddiviso tra favorevoli, contrari e astenuti.

La copia dei verbali dovrà pervenire alle Segreterie Nazionali per la definizione delle relative percentuali di voto.

Naturalmente il CCNL non potrà essere applicato prima dello scioglimento della riserva che avverrà dopo l’esito delle assemblee.

Detto questo, è bene ricordare che le nostre organizzazioni sindacali, in queste settimane, oltre a preparare la consultazione, hanno analizzato con i propri quadri, delegati e nei vari organismi statutari d’Organizzazione le ipotesi d’Accordo e i benefici politico/sindacali che gli stessi producono al settore, ma anche alla contrattazione nazionale in generale.

Nei prossimi giorni, e comunque in tempo per l’avvio delle assemblee, produrremo schematicamente i contenuti che le ipotesi d’Accordo hanno determinato, in maniera tale che la consultazione possa caratterizzarsi su degli elementi concreti e non su sensazioni frutto dell’emozione, della convenienza e ancor peggio della demagogia.

La sigla del Protocollo in Assoambiente e dell’Ipotesi di Accordo in Utilitalia rappresenta nel suo valore assoluto un punto alto di mediazione contrattuale che, in una fase particolarmente difficile per il Paese e per la contrattazione nazionale, munisce i lavoratori di tutele aggiuntive fondamentali per il proprio lavoro e per le condizioni economiche delle loro famiglie.

Nel progetto di un nuovo contratto nazionale si è riusciti a sconfiggere l’idea che si potessero superare per sempre i due CCNL di riferimento del settore applicando altri contratti nazionali notevolmente inferiori nei contenuti economici e normativi e assolutamente non idonei alle attività del nostro lavoro.

La cancellazione di uno degli elementi più duri del “jobs act” relativamente al licenziamento individuale – reintroducendo le garanzie dell’art.18 della legge 300 -, l’obbligo di applicazione dei CCNL Utilitalia o Fise in caso di esternalizzazioni, la previdenza complementare corrisposta obbligatoriamente dalle aziende per tutti i lavoratori oggi non iscritti, il fondo per agevolare il prepensionamento dei lavoratori inidonei, il rafforzamento delle clausole sociali agli articoli 6 e 7, una specifica procedura tra azienda e OO.SS. per determinare i carichi di lavoro  anche in prossimità del nuovo orario di lavoro e l’importante miglioramento economico (sopra i valori inflazionistici (inesistenti) e molto sopra la media di altri CCNL nazionali sottoscritti nei settori privati) sono tutti elementi che riconsegnano al settore il “suo” contratto nazionale per il presente ma, soprattutto, per il futuro.

Le scelte fatte danno un grande sostegno alle tante difficoltà economiche e sociali che in molte realtà locali stiamo vivendo, ridanno sostanza contrattuale ai diritti e soprattutto tutele al lavoratore nel suo rapporto lavorativo con l’impresa indebolito dalle continue modiche legislative. In sintesi siamo riusciti a mantenere, rafforzandolo, un CCNL unificato in moltissimi elementi centrali, nonostante l’abissale differenza tra le imprese private e le imprese pubbliche (soprattutto “quotate”), un contratto industriale che non sancisce differenze salariali e normative per rispondere al “mercato” senza regole. Il CCNL unico, forse, è ancora il valore più forte.

In queste ore abbiamo anche approfondito l’analisi di altri contratti nazionali, sottoscritti anche recentemente e, possiamo di certo dire, che le nostre scelte per il settore rendono alla contrattazione nazionale in generale una dimensione nuova e di prospettiva, necessaria per confermare l’autorità centrale dei contratti nazionali e aggiungere diritti fino a oggi inesistenti.

Comunque, ora, la scelta spetta ai lavoratori e tutti noi – coerentemente con il mandato consegnatoci anche attraverso il sostegno dell’importantissima mobilitazione -, dobbiamo complessivamente impegnarci al massimo come gruppo dirigente per informare al meglio e raccogliere le volontà dei lavoratori che rappresentiamo. Abbiamo indicato la strada, ora occorre far riprendere il percorso del settore verso il mantenimento del ciclo integrato del lavoro nel comparto dei rifiuti.

In ultimo, vi segnaliamo che, in alcuni Comuni e per ragioni locali, qualche assemblea già si è svolta e l’esito del voto ci consegna un gradimento dei lavoratori per gli Accordi sottoscritti.

Ovviamente, dobbiamo andare – come sempre – ovunque e solo allora saremo in grado di sciogliere la riserva sulle intese firmate.

Fraterni Saluti

Le Segreterie Nazionali
FP CGIL FIT CISL UILTRASPORTI FIADEL
Basile/Cenciotti Paniccia/Curcio Odone/Modi Verzicco/d’Albero

.

 Chiarimenti in merito al lavoro domenicale in AMA s.p.a.

image_pdfimage_print

 

34 Lettera ad AMA 28 giugno 2016-1

Download chiarimento.

Con la presente, vi evidenziamo che ci stupisce molto sentire e leggere delle dichiarazioni aziendali in merito ad un accordo già sottoscritto con le OO.SS. riguardo il lavoro domenicale in AMA s.p.a., operativo a partire dai prossimi mesi.
Sapete benissimo che non vi è nessun tipo di ipotesi di lavoro in tale direzione convenuta con nessun livello di rappresentanza sindacale e che questo potrà avvenire solo esclusivamente tramite un confronto a livello aziendale in un contesto di riorganizzazione del lavoro e del contratto integrativo aziendale.
Ovviamente, precisato ciò, è evidente che l’ipotesi di Accordo del CCNL dello scorso 9 luglio 2016 non prevede nessuna soluzione diversa dall’attuale CCNL sul lavoro domenicale né tanto meno, sarebbe impossibile farlo, nessun tipo di accordo sul lavoro domenicale di AMA s.p.a..
Tutti noi sappiamo che le dinamiche del CCNL riguardano le aziende nella sola parte economica e normativa nella loro complessità e non prevedono accordi riguardanti le singole aziende.
I lavori contrattuali, peraltro con l’azienda AMA s.p.a. presente, hanno altri obiettivi di natura economica e politico/sindacale e, pertanto, un accordo sul lavoro domenicale in AMA s.p.a. potrà essere previsto dalla sola contrattazione aziendale com’è successo in quasi tutte le aziende italiane del settore.

Fraterni Saluti

Le Segreterie Nazionali
FP CGIL FIT CISL UILTRASPORTI FIADEL
Basile/Cenciotti Paniccia/Curcio Odone/Modi Garofalo/Verzicco

.

 Comunicato – Fise Assoambiente – Roberto Sancinelli nuovo presidente

image_pdfimage_print

fise assoambiente

33 Sancinelli

L’imprenditore bergamasco Roberto Sancinelli è stato eletto alla presidenza di Fise Assoambiente, l’Associazione Imprese Servizi Ambientali che rappresenta a livello nazionale e comunitario le imprese che svolgono attività di igiene urbana, gestione rifiuti urbani e speciali, recupero e riciclo rifiuti e attività di bonifica: solo per quanto riguarda il settore dell’igiene ambientale impiega circa 38.000 lavoratori, con un fatturato globale annuo di circa 4 miliardi di euro. Lo rende noto la Fise (che aderisce a Confindustria) in un comunicato.

“L’Associazione – ha dichiarato il neo presidente Sancinelli – promuoverà ogni iniziativa necessaria non solo a dare soluzione alle diverse problematiche ambientali che ancora oggi affliggono il Paese ma anche a garantire l’apertura del mercato dei servizi di gestione dei rifiuti urbani e del riciclo delle raccolte differenziate, con l’avvio al recupero energetico delle frazioni non riciclabili”. Per quanto concerne il settore dei rifiuti speciali e delle bonifiche, Sancinelli ha evidenziato, da un lato, “l’esigenza di un’effettiva semplificazione e omogeneità delle procedure amministrative (in linea con le norme comunitarie)”, dall’altro la necessità “di assicurare condizioni competitive rispetto a quelle degli altri Paesi europei”.

(fonte ANSA) – Link

 .

 Comunicato – attivata la procedura relativa all’iscrizione dei familiari al Fondo FASDA

image_pdfimage_print

32 FASDA logo

Iscrizione dei familiari al Fondo FASDA

Tutti i lavoratori già registrati al sito di Unisalute (circa 28.000) riceveranno un messaggio informativo tramite  mail e/o sms.

Di seguito trovate la locandina e il volantino utili da utilizzare per:  affissione nelle bacheche aziendali; pubblicazione sui siti associativi; distribuzione ai lavoratori.

 

Download Locandina FASDA

Download Volantino FASDA

 

.

 Comunicato – Attivo Nazionale FIADEL – Verbale Attivo Nazionale – Intervista al Segretario Generale FIADEL – Francesco GAROFALO

image_pdfimage_print

gar001Intervista al

Segretario Generale FIADEL

Francesco GAROFALO 

guarda il video Link

 

 

Verbale Attivo Nazionale FIADEL

In data 21 luglio 2016 presso la sede Provinciale FIADEL di Roma si è tenuto l’Attivo Nazionale FIADEL del settore Igiene  Ambientale con la presenza del Segretario Generale, dei  Segretari Nazionali, Regionali, Provinciali e Quadri sindacali, per la necessaria illustrazione e valutazione dei Verbali di Ipotesi di Accordo Utilitalia/Ambiente e del Protocollo d’Intesa Fise/Assoambiente, siglati in data 10 e 12 luglio 2016 dalle Delegazioni trattanti di Fp/CGIL ,  Fit/CISL , UILTrasporti, FIADEL.

Dopo ampia discussione e molteplici interventi , verificato da tutti i presenti ogni lato positivo delle stesure, ed anche esaminato le novità e le difficoltà che saranno presenti nei nuovi testi contrattuali, l’Attivo Nazionale FIADEL ritiene positive le conclusioni a cui sono addivenute le Delegazioni trattanti unitarie soprattutto alla luce del difficile momento e della necessità di avere contratti di settore competitivi che garantiscano Stabilità e Garanzie Occupazionali, Sicurezza e Salute sul lavoro, Welfare contrattuale, adeguamento della parte economica.

L’Attivo Nazionale FIADEL, con votazione unanime, approva il Verbale di Ipotesi di Accordo Utilitalia/Ambiente ed il Protocollo d’Intesa Fise/Assoambiente, inoltre impegna la propria Delegazione trattante a concludere i rinnovi contrattuali e a verificare durante la stesura del testo medesio le criticità emerse nella riunione odierna, al fine di trovare ogni giusta ed opportuna soluzione, in particolare in ordine alla Salute e Sicurezza sul lavoro, Area Impianti, Carichi di lavoro, chiarimenti sui DPI.
E quindi si impegna a definire al più presto l’intero assetto contrattuale.

.

 Attivo Nazionale FIADEL settore Ambiente – Roma, 21 luglio 2016.

image_pdfimage_print

cropped-fiadel-logo-favicon-min.pngSpett.li

Segretari Regionali , Provinciali, Aziendali.

Giovedì 21 luglio, alle ore 10.30, presso la sede Provinciale FIADEL di Roma in Via Laodicea 7,  si terrà l’Attivo Nazionale del settore Igiene Ambientale con lo scopo di illustrare e valutare le  ipotesi di rinnovo contrattuale dei CCNL  Fise/Assoambiente  e Utilitalia/Ambiente.

 Comunicato stampa – Igiene Ambientale: Sindacati, siglato protocollo d’Intesa per rinnovo contratto Fise-Assombiente.

image_pdfimage_print

Comunicato Stampa Fp Cgil – Fit-Cisl – UilTrasporti – Fiadel 

Sindacati, siglato protocollo d’intesa per rinnovo contratto Fise-Assombiente.

Sospeso lo sciopero delle aziende private del 13 e del 14 luglio, non revocato.

Roma, 12 luglio – Dopo l’intesa di domenica con Utilitalia, siglato oggi anche il protocollo d’intesa delle linee guida per il rinnovo del contratto collettivo nazionale dei lavoratori delle aziende private dell’igiene ambientale aderenti a Fise-Assoambiente, contratto scaduto dal 31 dicembre 2013.

Ne danno notizia Fp Cgil, Fit-Cisl, UilTrasporti e Fiadel, precisando che lo sciopero previsto per il 13 e 14 luglio per il momento è sospeso, non revocato.

Il protocollo d’intesa con Fise-Assoambiente prevede la decorrenza dal 1 luglio 2016, sino al 30 giugno 2019, e riguarda i 40 mila lavoratori delle aziende private del settore, che, insieme a quelli delle aziende pubbliche, raggiungono i 90 mila addetti circa.

“Siamo  soddisfatti del risultato raggiunto oggi con Fise-Assoambiente”, dichiarano le organizzazioni sindacali nazionali. “Risultato ottenuto anche grazie alla grande adesione delle lavoratrici e dei lavoratori ai due scioperi nazionali del 30 maggio e 15 giugno scorsi”.

Fp Cgil, Fit-Cisl, UilTrasporti e Fiadel aggiungono che “sono state ascoltate finalmente le richieste delle tante operatrici e dei tanti operatori dell’igiene ambientale, richieste che contribuiscono, in entrambe le intese, al rilancio del settore e al miglioramento della qualità dei servizi ai cittadini”.

L’intesa trovata con Fise-Assoambiente, spiegano i sindacati di categoria, “prevede un aumento a regime di 120 euro e un’una tantum per la vacanza contrattuale che sarà definita nei prossimi incontri previsti.

I 120 euro sono distribuiti tra retribuzione e welfare contrattuale a totale carico dell’azienda come ad esempio la previdenza complementare generalizzata, l’assistenza sanitaria integrativa, il fondo di solidarietà bilaterale e il fondo salute e sicurezza. Viene rafforzata dal protocollo anche la clausola sociale a tutela dei lavoratori nei cambi di appalto e nei casi di licenziamento individuale”, concludono.

.

 Comunicato – FIRMATO il rinnovo del CCNL FISE/Assoambiente.

image_pdfimage_print

 

 

28 ccnl

FIRMATO il rinnovo del CCNL

FISE/Assoambiente

Sciopero SOSPESO

Seguiranno a breve  Comunicati Unitari , compreso il testo dell’Accordo Nazionale per il rinnovo del CCNL FISE/Assoambiente

Un sentito ringraziamento a

TUTTE le Lavoratrici e Lavoratori

che hanno sostenuto la dura LOTTA

per le TUTELE ed i DIRITTI.

30-1 425729358_9306Vittorio d’ALBERO

 Comunicato stampa – Segretario Generale FIADEL Francesco GAROFALO

image_pdfimage_print
Comunicato stampa 11 luglio 2016
In questi giorni abbiamo portato avanti estenuanti trattative per raggiungere l’obiettivo di salvaguardare, quanto più possibile, le clausole sociali, e rimarcare con forza i punti da noi rivendicati, incontrando sin troppe difficoltà, considerata anche la necessità di fronteggiare l’ostilità di una delegazione trattante che ha fatto del tutto per mantenere le proprie posizioni.
Tale atteggiamento ci ha indotto a prendere iniziative di grande lotta, uscendo con 2 scioperi che hanno segnato lo sblocco di tali condizioni, che erano molto critiche nei confronti di un futuro concreto e di una dignità lavorativa per tutti i lavoratori e lavoratrici coinvolti.
Pertanto, pur rendendomi conto di non avere ottenuto il massimo, ritengo che – rispetto ad uno scenario piuttosto negativo per il nostro Paese, dove è negata a migliaia di lavoratori la certezza di avere un Contratto Nazionale – i sacrifici che tutti noi abbiamo fatto per sbloccare la situazione, siano stati almeno in parte ripagati dall’accordo raggiunto questa notte in Utilitalia.
Esso, infatti, rafforza la nostra fiducia affinchè si giunga a stipulare un contratto che dia ai lavoratori e alle lavoratrici del settore una continuità occupazionale e una dignità professionale, sempre che l’incontro che si sta tenendo in FISE possa confermare quanto già siglato con Utilitalia, rafforzandolo con quelle clausole sociali di cui i lavoratori e lavoratrici del settore privato hanno più bisogno, in quanto le loro aziende sono soggette a continui cambi di appalti.
Segretario Generale FIADEL
     Francesco Garofalo
.foto-2