Normativa

image_pdfimage_print

Consultazione artt. online del Codice  tratto dal sito codiceappalti.it

_________________________________________________________________________

 

_________________________________________________________________________

jobs act ministero lavoro

  • Legge 10 dicembre 2014, n. 183  Jobs Act

Scheda_di_sintesi_agg._05dicembre 2014  Legge 10 dicembre 2014, n. 183.

Decreto Legislativo n.185/2016 (cd. “Correttivo del Jobs Act”), in vigore dall’8 ottobre 2016, sono modificati i decreti legislativi 15 giugno 2015, n. 81 e 14 settembre 2015, nn. 148, 149, 150 e 151. Tra i vari interventi, la norma modifica la disciplina del lavoro accessorio, dell’apprendistato e delle dimissioni telematiche. Sono, inoltre, presenti delle disposizioni relative all’ANPAL e all’Ispettorato nazionale del Lavoro.

Circolare n.1/2016 sono forniti primi chiarimenti in merito alle nuove disposizioni riguardanti il lavoro accessorio introdotte dal Decreto Legislativo n.185/2016 che ha modificato il Decreto Legislativo n.81/2015.

 

 

Circolare n.139/2016, l’INPS illustra il nuovo procedimento di concessione delle integrazioni salariali legate alla Cassa Integrazioni Guadagni Ordinaria (CIGO) dopo l’emanazione del DM 15 aprile 2016 che ha fornito i criteri di esame delle istanze.

Circolare n. 22/2016 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali fornisce chiarimenti in merito alle modalità di attuazione del decreto interministeriale n. 95075 del 25/3/2016 che individuava i criteri per il riconoscimento di un ulteriore periodo di CIGS in caso di crisi aziendale. La circolare precisa che, in presenza delle condizioni previste dall’art. 2 del D.I. n. 95075, il trattamento di integrazione salariale può essere prorogato fino a un massimo di 12 mesi per le cessazioni di attività avvenute nel 2016, di 9 mesi per quelle avvenute nel 2017 e di 6 mesi per quelle intervenute nel 2018.

Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 15 aprile 2016 n.95442 sono definite le causali per accedere ai trattamenti di cassa integrazione guadagni ordinaria (CIGO) ai sensi del Decreto Legislativo n.148/2015. Sono inoltre forniti i primi chiarimenti sull’esame delle domande di accesso all’ammortizzatore concesso dalle sedi INPS territorialmente competenti.

Decreto Interministeriale 25 marzo 2016 n° 95075  MLPS il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministero dell’Economia e delle Finanze individuano i criteri per il riconoscimento di un ulteriore periodo di cassa integrazione straordinaria qualora l’impresa cessi l’attività produttiva ma ci siano concrete prospettive di rapida cessione dell’azienda stessa e il conseguente riassorbimento del personale, come previsto dal Decreto Legislativo n.148/2015.

Circolare_INPS_12_febbraio_2016_n.30 – INPS fornisce un quadro complessivo della disciplina inerente i Fondi di solidarietà bilaterali a seguito delle novità introdotte dal DLgs 148-2015.

Circolare_INPS_4_febbraio_2016_n.22 – si forniscono le prime indicazioni sulle prestazioni garantite dal Fondo di integrazione salariale ai sensi del Decreto Legislativo 148-2015.

Circolare_INPS_16_dicembre_2015_n.201 – gestione del nuovo assegno ordinario previsto dall’art. 30 del Decreto legislativo 148-2015, rivolto ai beneficiari delle prestazioni dei Fondi di solidarietà.

Circolare_INPS_2_dicembre_2015_n.197 – CIGO indicazioni x l’applicazione delle novità introdotte dal Decreto Legislativo 148-2015 in tema di Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria in vigore 24 settembre 2015.

Circolare_INPS_27_novembre_2015_n.194 – istruzioni operative riguardo la fruizione della NASPI rispetto alle novità introdotte dai Decreti Legislativi n. 148-2015 e 150-2015.

Circolare_MLPS_5_ottobre_2015_n.24 – primi chiarimenti e indicazioni operative circa le nuove disposizioni in materia di ammortizzatori sociali in costanza di rapporto introdotte dal Dlgs 148-2015.

 

  • Decreto_Legislativo_4_marzo_2015_n.23 – Nuove tutele per i lavoratori illegittimamente licenziati, valide per i contratti a tempo indeterminato iniziati a partire dal 7 marzo 2015.

Circolare_INPS_29_luglio_2015_n.142 – ulteriori chiarimenti in merito alla nuova indennità di disoccupazione NASpI – 23-2015

MLPS  Nota_22_luglio_2015_prot.33_0003845. – fornendo alcune specifiche circa l’invio della comunicazione telematica “Offerta di conciliazione” prevista dall’art. 6 del Decreto Legislativo n. 23-2015.

MLPS  Nota_27_maggio_2015_prot._2788 – modalità operative per effettuare la comunicazione integrativa di cessazione del rapporto di lavoro, introdotta dal Decreto Legislativo n. 23-2015.

 

Circolare_MLPS_4_marzo_2016_n° 12 – Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali fornisce primi chiarimenti per la nuova procedura telematica introdotta dal Dlgs 151-2015 per le dimissioni e la risoluzione consensuale dei rapporti di lavoro.

Decreto_ministeriale_15_dicembre_2015 – attua la disposizione prevista dal DLgs 151-2015 in tema di contrasto alle dimissioni in bianco a partire dal 12 marzo 2016.

 

 

Decreto_Interministeriale_12 ottobre_2015 – SISTEMA DUALE ai sensi del Decreto Legislativo 81-2015, gli standard formativi e i criteri generali relativi a due tipologie di apprendistato.

Circolare_INPS_12_agosto_2015_n.149 – chiarisce alcuni aspetti legati al lavoro accessorio a seguito delle novità introdotte dal Decreto Legislativo n.81-2015

 

 

Decreto del Presidente della Repubblica del 26 maggio 2016 n. 108 è stato emanato il Regolamento di approvazione dello Statuto dell’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro. L’Agenzia, istituita dal Decreto Legislativo 150/2015 e sottoposta alla vigilanza del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, ha competenze in materia di servizi per l’impiego e politiche attive occupandosi in particolare dei livelli essenziali delle prestazioni che devono essere erogate su tutto il territorio nazionale.

Circolare MLPS del 18 febbraio 2016 n. 10  – il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha fornito alcuni chiarimenti rispetto alla disciplina dei fondi interprofessionale vedi Dlgs 150-15

Circolare_MLPS_23_dicembre_2015_n.34 – primi chiarimenti e indicazioni operative, relativamente al decreto legislativo 150-2015, con riferimento allo stato di disoccupazione e disabili Legge 68-99.

 

 

Decreto del 23 maggio 2016 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto col Ministero dell’Economia e delle Finanze è stabilita la prosecuzione delle sperimentazione dell’Assegno di Disoccupazione (ASDI) nei confronti dei lavoratori che abbiano fruito, entro il 31 dicembre 2016, della NASpI per la sua durata massima, come definita dall’art. 5 del decreto legislativo n. 22 del 2015.

Circolare INPS 5 maggio 2016 n.74, l’INPS fornisce le modalità operative per accedere all’indennità per i lavoratori parasubordinati (DIS-COLL) prevista in via sperimentale dal D.lgs. 22/2015 e prorogata per il 2016. In particolare è stato definito il meccanismo di calcolo della durata dell’ammortizzatore e sono state riportate le nuove misure di condizionalità relative alla fruizione delle prestazioni di disoccupazione.

Circolare_INPS_3_marzo_2016_n.47 , l’INPS fornisce le istruzione operative per richiedere l’Assegno di Disoccupazione (ASDI), illustrando altresì le disposizioni relative ai requisiti di accesso e ai principi di condizionalità previste nel Decreto Interministeriale del 29 ottobre 2015

Decreto_Interministeriale_29_ottobre_2015 – definisce i requisiti e le modalità con cui è possibile richiedere l’Assegno di Disoccupazione ASDI ai sensi del Decreto Legislativo 22-2015.

MLPS Nota_25_giugno_2015_n.33_ 81 – la comunicazione di inizio della prestazione di lavoro accessorio sarà effettuata agli Istituti previdenziali secondo le attuali procedure in attesa del Dicastero

Circolare_INPS_12_maggio_2015_n.94 – INPS fornisce le istruzioni operative e contabili relative alla Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASPI) 22-2015.

 

Circolare n. 128/2016 l’INPS fornisce istruzioni e chiarimenti in ordine alla nuova indennità di paternità, prevista dal D. Lgs. 80/2015 che ha modificato il D. Lgs. 151/2001. In particolare si chiarisce che, a partire dal 25 giugno 2015 il padre lavoratore autonomo può fruire dell’indennità di paternità a condizione che la madre sia lavoratrice dipendente oppure autonoma, al verificarsi dei seguenti eventi: morte o grave infermità della madre; abbandono del figlio da parte della madre; affidamento esclusivo del figlio al padre. La circolare chiarisce, altresì, che per effetto del D. Lgs. 80/2015, anche le lavoratrici autonome, madri adottive o affidatarie avevano diritto alla indennità di maternità per un periodo di 5 mesi a prescindere dall’età del minore al momento dell’adozione o dell’affidamento.

Circolare INPS 15 aprile 2016 n.65 l’INPS fornisce le istruzioni operative per poter fruire del congedo per le donne vittime di violenza di genere inserite nei percorsi certificati dai servizi sociali del Comune di appartenenza, dai Centri antiviolenza o dalle Case Rifugio, come previsto dall’art. 24 del D.lgs. 80/2015.

Decreto Interministeriale del 24 febbraio 2016, MLPS,  (pubblicato in gazzetta ufficiale il 5 aprile 2016) attribuzione dell’indennità di maternità alle lavoratrici iscritte alla gestione separata. Secondo le novità introdotte dall’art.13 del D.lgs. 80/2015 in caso di adozione, nazionale o internazionale, e di affidamento preadottivo di un minore, queste lavoratrici hanno diritto all’indennità di maternità per un periodo di cinque mesi.

Circolare_INPS_26_febbraio_2016_n.42 , l’INPS ha fornito i primi chiarimenti sulle disposizioni introdotte dal Decreto Legislativo n. 80/2015 in materia di indennità di maternità/paternità, in favore delle lavoratrici e dei lavoratori iscritti alla Gestione separata, genitori adottivi o affidatari, per un periodo di astensione di 5 mesi e sul diritto a tale indennità per le lavoratrici e i lavoratori “parasubordinati”

Circolare INPS 23_febbraio_2016_n.40  sono fornite le indicazioni operative per la gestione delle denunce contributive dei lavoratori iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici che fruiscono del congedo parentale, a seguito delle novità introdotte dal Decreto Legislativo n.80/2015

Circolare_INPS_17_luglio_2015_n.139 – fornisce i primi chiarimenti sulle novità introdotte dal Decreto Legislativo 80_2015 in tema di congedo parentale e sulle modalità di invio dell istanza.

 

Decreto del Presidente della Repubblica del 26 maggio 2016 n. 109 è stato emanato il Regolamento di approvazione dello Statuto di Ispettorato Nazionale del Lavoro. All’Ispettorato, dotato di personalità giuridica di diritto pubblico, sono state attribuite dal D. Lgs. n. 149 del 14 settembre 2015 le funzioni ispettive già esercitate dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, dall’INPS e dall’INAIL

_________________________________________________________________________

 

 

Sicurezza Lavoro

Tutela della Salute e della Sicurezza nei luoghi di Lavoro

  • Decreto Legislativo  81  del 9 aprile 2008 –  Tutela della Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro  “edizione settembre 2015”  LinK

_________________________________________________________________________

 

 

reati ambientali

Reati Ambientali

  • Legge 28 dicembre 2015  n. 221  ATTO COMPLETO Disposizioni in materia ambientale per  promuovere  misure  di  GREEN ECONOMY.   LinK

Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231  Disciplina della responsabilita’ amministrativa delle persone giuridiche, delle societa’ e delle associazioni anche prive di personalita’ giuridica, a norma dell’articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300. (GU Serie Generale n.140 del 19-6-2001)   LinK

Decreto Legislativo 7 luglio 2011 n. 121  Attuazione della direttiva 2008/99/CE sulla tutela penale dell’ambiente, nonche’ della direttiva 2009/123/CE che modifica la direttiva 2005/35/CE relativa all’inquinamento provocato dalle navi e all’introduzione di sanzioni per violazioni.   LinK

_________________________________________________________________________

14 sciopero

SCIOPERO

  • Legge_146_1990_stesura del_25_sett_2013 TESTO COORDINATO DELLE LEGGI 12 GIUGNO 1990, N.146 E 11 APRILE 2000, N. 83   Link
  • Accordo nazionale del 1° marzo 2001 di regolamentazione dell’esercizio del diritto di sciopero per i lavoratori addetti ai servizi di igiene ambientale e/o servizi alla collettività stipulato tra Federambiente e FISE e FP-CGIL, FITCISL, UILTRASPORTI, valutato idoneo dalla Commissione di garanzia con deliberazione n. 01/31 del 19.04.2001 e pubblicato in G.U. n. 184 del 9 agosto 2001.    Download Accordo

 

 

Commissione di Garanzia Sciopero

Commissione di Garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, Piazza del Gesù n. 46, 00186 Roma

Centralino 06 94539600 – Fax 06 94539680 – Ufficio Stampa 06 94539628 e-mail stampa@cgsse.it

La comunicazione di documenti relativi agli scioperi (proclamazioni, revoche, etc.) può avvenire a mezzo fax al numero telefonico 06 94539680 ovvero alla casella di posta certificata, per i possessori di PEC:

segreteria@pec.commissionegaranziasciopero.it o per coloro che non hanno la PEC: segreteria@cgsse.it

oltre naturalmente ai servizi postali.

_________________________________________________________________________