Addio, grande Gegè

image_pdfimage_print

.

 

Mi è triste il compito di dover annunciare la scomparsa del nostro Presidente Onorario Eugenio Celi. Una figura che rappresenta la storia intera della nostra organizzazione sindacale, essendo stato uno dei primissimi iscritti della nascente FIADEL, nel 1969.

Nel corso degli anni è divenuto Segretario Provinciale e Coordinatore Regionale CSA – cariche che ha mantenuto sino al giorno della sua scomparsa – risultando fra i membri più presenti e attivi del Consiglio Nazionale.

All’inizio degli anni 2000, Gegè, come tutti affettuosamente lo chiamavamo, divenne Presidente Onorario della nostra Federazione, affermandosi da allora come autentico punto di riferimento per i nostri Consigli Nazionali, essendosi fatto carico, in ogni occasione, di condurre i lavori.

E in particolare, non potrò mai dimenticare il suo appassionato intervento in Consiglio Nazionale, quando celebrò la comparsa della nuova bandiera FIADEL, riscuotendo gli applausi e la commozione di tutta l’assemblea.

Anche nel proprio ambito territoriale, Gegè ha saputo riscuotere una stima profonda da parte delle istituzioni e delle altre organizzazioni sindacali, ergendosi a esempio di trasparenza, onestà, fermezza e di cultura sindacale.

Ci auguravamo di poterlo incontrare ancora a Chianciano per potergli conferire un particolare riconoscimento per tutti questi decenni dedicati al sindacato, in concomitanza col 50° anniversario FIADEL.

Purtroppo il destino così non ha voluto, ma vorrei a maggior ragione dedicargli il tributo e l’affetto di tutti coloro che lo hanno conosciuto, a cui aggiungo il mio profondo dolore, da amico e collega.

Il Segretario Generale

Francesco Garofalo